Come si riapre la ferrovia Cremona Piacenza   4 comments

Solo in una zona culturalmente sottosviluppata come la pianura padana, si poteva accettare impunemente la chiusura di una ferrovia addirittura elettrificata come la Cremona Piacenza.
Forse si poteva accettare 50 anni fa, come le incredibili chiusure di altre linee ferroviarie elettrificate come la Como Varese o la ferrovia della valle Brembana.
Ora, la regione Emilia Romagna, che aveva in carico la gestione del servizio passeggeri con Trenitalia, dal 2013 ha deciso di togliere il treno per metterci autobus per collegare le due città transpadane.
I bus ci impiegano il doppio del tempo rispetto al treno, imbottigliati nel traffico sul ponte del Po, con ritardi immaginabili causasi dalla imprevedibilità del traffico sulle arterie stradali.
Per me, Legambiente è come Greenpeace, organizzazioni controllate dai petrolieri. Le “biciclettate” organizzate da Legambiente non servono a niente, ecco la mia proposta.
La regione Lombardia, attraverso Trenord, potrebbe prendersi carico del trasporto passeggeri riattivando la tratta. Si tratterebbe di effettuare un servizio di spola tra Treviglio e Piacenza, cadenzato, facente perno su Cremona.
In questo modo, sarebbero collegate la Milano Venezia con la Milano Piacenza.
Trenord, che esercita attualmente il traffico tra Cremona e Treviglio, potrebbe estendere il servizio per altri 30 km fino a Piacenza. La Lombardia dovrebbe, naturalmente, assumere i finanziamenti dalla regione Emilia Romagna che oggi sussidiano il trasporto su gomma che dovrebbe essere eliminato.
Per quanto riguarda il materiale rotabile, non sono informato, ma in giro per l’Italia, si può reperire qualche elettromotrice serie Ale 801 e 940 che da rinnovare e mettere in esercizio. Non c’è bisogno di  elettrotreni nuovi o di usare del “materiale termico” su linee elettrificate.

Pubblicato 31 luglio 2014 da Albino Galuppini in Lamentazioni Ferrate

4 risposte a “Come si riapre la ferrovia Cremona Piacenza

Iscriviti ai commenti con RSS .

  1. Ok. La proposta mi sembra interessante. A chi la posso sottoporre?

  2. Buonasera,
    beh, peso che bisognerebbe creare un comitato per la riapertura. Poi vedere se l’Emilia Romagna è disposta a cedere il sussidio del trasporto passeggeri a Trenord in modo da riportare il collegamento CR PC su rotaia.
    Sono questioni complesse perchè coinvolgono il contratto di servizio con quelli dei bus eccetera e Trenitalia. Se ci fosse la volontà politica, si potrebbe fare a breve. Ma siamo in Italia e l’andazzo, anche se nessuno lo dice, è di favorire il traffico su gomma.

  3. ecco, già sul creare il comitato siam messi male…

  4. Purtroppo l’Italia è un paese che non esiste, creato dalla massoneria. ora che la situazione economica tracolla la gente pensa solo al suo ‘particulare’ machiavelliano. I servizi pubblici aveva importanza fino a quando davano potere e tangenti. Oggi ai politici frega solo di avere loro la macchina, come ai ricchi. Simo come il Sudamericana.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: