Mediopadana: il treno è basso, le porte non si chiudono   1 comment

REGGIO EMILIA

Se si guarda il video a velocità aumentata sembra quasi di vedere le celebri comiche del primo Novecento. Il treno arriva, le porte si aprono ma quando si tratta di chiuderle si bloccano, costringendo il personale a scendere e spingere i battenti che toccano la banchina. Dopo due minuti di tribolazioni le porte si chiudono ma il capotreno – rimasto chiuso fuori – deve correre per salire dalla porticina di servizio prima che riparta il convoglio. Una scena che va in onda almeno due volte al giorno nella nuova stazione dei treni locali attivata sotto la Mediopadana. Mentre al primo piano le vetture sfrecciano ai 300 all’ora, i treni locali in transito al piano terra devono fare i conti con un problema tecnico che ha dell’incredibile.

Tutto è cominciato il 15 dicembre scorso, quando è stato attivato il tanto annunciato collegamento tra il futuristico scalo dell’alta velocità disegnato da Santiago Calatrava con il servizio dei treni locali. Una nuova e importante fermata, quella servita dai treni tradizionali, che collega su rotaia la provincia reggiana alla Mediopadana chiudendo il cerchio con la rete del trasporto pubblico locale. Proprio il collegamento con la ferrovia regionale gestita da Fer (Ferrovie Emilia Romagna) ha fatto guadagnare punti a Reggio Emilia quando era ancora aperta la contesa con Parma sul posizionamento della stazione ad alta velocità. Le complicazioni sono venute a galla quando è andato in scena il primo teatrino: fin dalle prime corse a pieno carico, i dipendenti in servizio sui treni si sono accorti che il comando di chiusura non sortiva effetti perché il fondo delle porte scorrevoli – che si aprono verso l’esterno – gratta sullo zoccolo di cemento della nuovissima banchina costruita a lato della Mediopadana. Un inconveniente non di poco conto, che costa qualche minuto di ritardo e, soprattutto, l’uso della forza da parte del personale, costretto ad arrangiarsi pur di far ripartire il treno. Finora sono sempre riusciti a chiudere i battenti forzando a mano anche il funzionamento del meccanismo di sicurezza, che quando incontra resistenza durante la chiusura delle porte, le riapre automaticamente.

Secondo le prime valutazioni – in attesa di sapere quale saranno le conclusioni dei tecnici di Fer – sembra che il paradosso sia causato da una serie di fattori per rimediare ai quali la società dovrà spendere molti soldi. Prima di tutto i treni diesel utilizzati sulla linea – relativamente recenti rispetto a quelli con le porte a soffietto, utilizzati quindi per non “sfigurare” alla Mediopadana – che quando sono a pieno carico per la presenza degli studenti si abbassano. Variabile che non sembra essere stata calcolata quando è stata costruita la fermata. Tra le soluzioni in campo ci sarebbe il rialzo dei binari. Sembra però che Fer voglia segare le porte: costo stimato 10mila euro a convoglio, da moltiplicare per decine di vetture. (Gazzetta di Reggio)

Pubblicato 9 marzo 2014 da Albino Galuppini in Soldi Buttati

Una risposta a “Mediopadana: il treno è basso, le porte non si chiudono

Iscriviti ai commenti con RSS .

  1. Certo è che non effettuare alcuna prova, con treno pieno, per verificare la bontà delle opere effettuate e dei treni utilizzati da FER è proprio una cosa ridicola. Un rimedio va comunque trovato perché, in caso contrario, la comodità del collegamento con la città di RE viene vanificato. Segare le porte del treno? Non mi sembra la soluzione migliore; forse sarebbe meglio l’abbassamento del marciapiedi della stazione di quel tanto che basta ma facendo delle verifiche a monte per stabilire con esattezza di quanto deve essere abbassato; sicuramente costerebbe meno del segare le porte ai treni (soluzione ridicola). La cosa giusta è che avrebbero dovuto prevedere prima della realizzazione dei marciapiedi tutte queste cose, studiando il problema a suo tempo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: