Alitalia riparte tricolore: spot sulla Rai e richiami patriottici   Leave a comment

Alitalia gioca la carta nazionale e lancia una nuova campagna di comunicazione per riconquistare il cuore dei molti italiani che si sono dirottati negli ultimi anni sulle compagnie estere low cost. L’ex compagnia di bandiera esce con tre spot da 15 secondi ciascuno sulle reti Rai, fino al 21 dicembre. Ognuno per valorizzare un punto di forza del suo rilancio, dopo i recenti interventi e il dibattito sulla ricapitalizzazione della compagnia aerea.
Il primo è incentrato sulla comodità ed eccellenza della business class della flotta di lungo raggio; il secondo si occupa invece del network di destinazioni: 83 in tutto il mondo con 500 voli al giorno mentre il terso sottolinea l’affidabilità e la sicurezza della flotta Alitalia (con soli 7 anni di età media degli aerei, una delle più giovani del mondo).
Insomma un restyling dell’immagine della compagna che punta a sottolineare i “fondamentali” di Alitalia, come per esempio la sottolineature sulla sicurezza o sulle 100mila ore di addestramento annuo del personale. E con un accento familiare, diretto e personale alla clientela, evocato dalla voce fuori campo che termina lo spot con lo slogan: “Alitalia, scegli come volare”.
Uno slogan scelto per rintrecciare un legame di fiducia con la clientela, sotto l’egida del tricolore, che fa il paio con la campagna di novembre (“Continuate a volare in ottima compagnia”), pubblicata sui principali quotidiani nazionali. Gli spot sono stati realizzati da Mccann Worldgroup con la direzione creativa di Leandro Raposo e la regia di Frans Torres. L’adattamento del film, declinato in tre formati, è di Mccann Worldgroup Roma.

COMMENTO Nemesi dell’italia terminale. Non ci sono soldi per cassaitegrati, esodati, ammalati, disabili ma per il patriottismo degli straccioni si buttano centinaia di milioni di euro. L’Alitalia è un pozzo senza fondo che pesa ancora di più sul paese tra il tripudio dei giornali di regime come il Sole 24ore. E òa rai è un altro carrozzone che ingoia centinaia di milioni anno per “ricapitaliizzazione”. Chi si assomiglia, si piglia!

Pubblicato 5 dicembre 2013 da Albino Galuppini in Soldi Buttati

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: