Niente soldi per salvare i treni dei pendolari   5 comments

Il Consiglio Regionale delle Lombardia ha votato all’unanimità la mozione presentata da Antonio Girelli del Pd, impegnandosi dunque a trovare una soluzione per non sopprimere le 8 corse di Trenitalia sulla tratta Milano – Verona – Venezia. Di fatto però la Giunta lombarda, pur manifestando la propria disponibilità a salvaguardare le corse, ha ribadito la mancanza di fondi.
«Le 8 corse da sopprimere – ha spiegato l’assessore a Infrastrutture e Mobilità Maurizio Del Tenno – svolgono un ruolo fondamentale, dal momento che trasportano 10mila persone al giorno. Se la Lombardia dovesse scegliere di pagare in proprio la tratta Milano-Verona di queste otto corse, dovremmo sopportare altri costi per 4 milioni di euro all’anno».
Soldi che però al momento non ci sono. «Se siamo in questa situazione – ha evidenziato Del Tenno – lo dobbiamo soprattutto ai feroci tagli dei trasferimenti da parte del Governo centrale. Il nostro intento è quello di aiutare le altre Regioni, non di vederle come un ostacolo, ma noi proprio non possiamo sostituirci allo Stato».
La linea ferroviaria Milano – Verona – Venezia è tra le più frequentate della Lombardia, con una media di 36mila viaggiatori al giorno. Ventiquattro corse al giorno sono svolte da Trenord sulla linea Milano – Verona e pagate dalla Lombardia. Ulteriori 8 corse sono svolte da Trenitalia sulla linea Milano-Verona-Venezia e pagate dal Veneto. Da dicembre 2013 Regione Veneto intende sopprimere unilateralmente la tratta Milano-Verona delle proprie 8 corse. Con i soldi risparmiati grazie a questo taglio, Regione Veneto intende finanziare il potenziamento del servizio sulla tratta Verona-Venezia». (Giornale di Brescia)

COMMENTO Come vi ho spiegato tante volte, l’Italia è in mano ai petrolieri amaericani e anche Roberto Maroni è un loro pupazzo. Nel 2014 parte la Brebemi e loro vogliono che la gente vada in macchina a Milano consumando carburante e pneumatici che sono fabbricati col petrolio. Ci vogliono fare diventare come gli USA dove, se uno non ha il mezzo privato, è perduto.

Pubblicato 11 settembre 2013 da Albino Galuppini in Dietro i NO TAV, Lamentazioni Ferrate

5 risposte a “Niente soldi per salvare i treni dei pendolari

Iscriviti ai commenti con RSS .

  1. Ciao Albino. Visto che non è la prima volta che “dialoghiamo” qui sul tuo blog ho pensato per prima cosa di salutarti.
    Da quando ho scoperto il tuo blog ho notato che il più delle volte la pensiamo allo stesso relativamente al trasporto pubblico su ferro (come sai anch’io sono un fervente sostenitore dello stesso) ma qualche volta, specie ultimamente, non mi trovo d’accordo su alcuni punti come la tua deduzione all’articolo odierno che hai postato qui sopra.
    Che l’Italia isa in mano alle lobby dei petrolieri lo sappiamo da tempo e non è quindi una novità; su quello che sia Maroni non lo so ma affermare che sia un pupazzo in mano agli americani non credo proprio (premetto di non essere leghista). La Bre.Be.Mi. al di là di tutto era un’opera della quale era necessaria la realizzazione per decongestionare l’attuale traffico sulla direttrice est-ovest (e v.v.) del Paese. So bene che se le merci si muovessero via ferro sarebbe molto meglio ma questa cosa non è realizzabile in tempi brevi, vuoi per la mentalità dei nostri goverrnanti vuoi per quella degli Italiani (in generale). Scrivere queste cose dopo la diatriba di quest’ultimo periodo sulle corse dei treni regionali fra MI e VE non mi sembra una cosa appropriata: parliamo di due cose diverse. Sul fatto che la regione Lombardia non si possa fare carico delle carenze a livello di trasporti inter-regionali del Veneto è altrettanto fuori discussione anche se hanno valutato se fosse possibile farsi carico della cosa. Se in Veneto non sanno gestire le proprie risorse economiche nel settore trasporti su ferro è un loro problema; vogliono dismettere le loro otto corse sulla direttrice VE-MI nella tratta VR-MI? Le dismettano ma non prima di averlo chiesto (o almeno detto) a coloro che questa linea la utilizzano quotidianamente per lavoro (pendolari, studenti, ecc.) per vedere cosa ne pensano. Non credo che ne sarebbero contenti.
    In conclusione: cosa hanno a che vedere queste soppressioni di corse ferroviarie con le tue affermazioni di cui sopra, vale a dire “l’Italia è in mano ai petrolieri americani e Roberto Maroni è un loro pupazzo”? Scusa la franchezza ma secondo me proprio niente!
    Ti saluto.

    • Ciao Albino. Visto che non è la prima volta che “dialoghiamo” qui sul tuo blog ho pensato per prima cosa di salutarti.
      Da quando ho scoperto il tuo blog ho notato che il più delle volte la pensiamo allo stesso relativamente al trasporto pubblico su ferro (come sai anch’io sono un fervente sostenitore dello stesso) ma qualche volta, specie ultimamente, non mi trovo d’accordo su alcuni punti come la tua deduzione all’articolo odierno che hai postato qui sopra.
      Che l’Italia isa in mano alle lobby dei petrolieri lo sappiamo da tempo e non è quindi una novità; su quello che sia Maroni non lo so ma affermare che sia un pupazzo in mano agli americani non credo proprio (premetto di non essere leghista).

      Mmaroni è stato messo li per liquidare la lega ed è qello che sta facendo, infatti è l’unico leghista di cui i giornali non parlano mai male e i giornali sono tutti in mano ai poteri forti.

      La Bre.Be.Mi. al di là di tutto era un’opera della quale era necessaria la realizzazione per decongestionare l’attuale traffico sulla direttrice est-ovest (e v.v.) del Paese.

      basterebbe sfasare di mezz’ora gli orari di scuole e uffici e ci sarebbero meno code negli orari di punta, non è vero che serve nessuna nuova strada.

      So bene che se le merci si muovessero via ferro sarebbe molto meglio ma questa cosa non è realizzabile in tempi brevi, vuoi per la mentalità dei nostri goverrnanti vuoi per quella degli Italiani (in generale). Scrivere queste cose dopo la diatriba di quest’ultimo periodo sulle corse dei treni regionali fra MI e VE non mi sembra una cosa appropriata: parliamo di due cose diverse.

      No, non sono due cose distinte, sono la stessa cosa. La tratta VR BS Milano è redditizia i treni dovrebbero metterli per guadagnare, invece li tolgono con una scusa qualsiasi solo ed esclusivamente per il tornaconto dei petrolieri. Non a caso Grillo, che attraverso Sassoon è controllato da JP Morgan cioè Rockefeller, si inalbera contro la tav e chiede l’abolizione dei pedaggi autostradali per rendere l’asfalto più competitivo.

      Sul fatto che la regione Lombardia non si possa fare carico delle carenze a livello di trasporti inter-regionali del Veneto è altrettanto fuori discussione anche se hanno valutato se fosse possibile farsi carico della cosa. Se in Veneto non sanno gestire le proprie risorse economiche nel settore trasporti su ferro è un loro problema;

      Non è questione di Veneto o Lombardia ma di scelte politiche, Gian tu guardi il dito e non la Luna. Ci sono i soldi per le pensioni d’oro, per le olimpiadi perle guerre in medio oriente.

      vogliono dismettere le loro otto corse sulla direttrice VE-MI nella tratta VR-MI? Le dismettano ma non prima di averlo chiesto (o almeno detto) a coloro che questa linea la utilizzano quotidianamente per lavoro (pendolari, studenti, ecc.) per vedere cosa ne pensano. Non credo che ne sarebbero contenti.
      In conclusione: cosa hanno a che vedere queste soppressioni di corse ferroviarie con le tue affermazioni di cui sopra, vale a dire “l’Italia è in mano ai petrolieri americani e Roberto Maroni è un loro pupazzo”? Scusa la franchezza ma secondo me proprio niente!

      In effetti la mia affermazione è incompleta: il mondo intero è in mano ai petrolieri!

  2. Avrei preferito una tua risposta a sé stante invece di un inserimento delle tue osservazioni in mezzo alle mie ma ormai la cosa è fatta.
    Vediamo di ricapitolare.
    Tu affermi:
    “Maroni è stato messo li per liquidare la lega ed è quello che sta facendo, infatti è l’unico leghista di cui i giornali non parlano mai male e i giornali sono tutti in mano ai poteri forti”.
    Che non ne parlino mai male potrà anche essere vero (non ho molto interesse per la politica nostrana di qualunque bandiera sia) ma affermare che siccome i giornali sono i poteri forti ciò significherebbe che Maroni ha dalla sua i poteri forti e quindi anche i petrolieri ce ne passa! E sulla base di quali fonti hai questa informazioni? Che possano essere tue deduzioni è una cosa ma che sia la realtà dei fatti è un’altra.
    Di seguito dici:
    “basterebbe sfasare di mezzora gli orari di scuole e uffici e ci sarebbero meno code negli orari di punta, non è vero che serve nessuna nuova strada”.
    La fai facile tu: sfasare orari di scuole ed uffici? Ce lo si augurava già venti o trent’anni fa’ e tu speri che sarebbe possibile oggigiorno? Magari! Ma evitiamo di sognare ad occhi aperti. E poi se bastasse solo questo per NON fare una nuova strada sarebbe bello ma, anche se fosse attuabile la sfasatura degli orari, sarebbe come aver tolto un cucchiaino d’acqua dall’oceano; c’è ben altro che porta ad avere “quella” nuova strada (purtroppo).
    Ed ancora scrivi:
    “No, non sono due cose distinte, sono la stessa cosa. La tratta VR BS Milano è redditizia i treni dovrebbero metterli per guadagnare, invece li tolgono con una scusa qualsiasi solo ed esclusivamente per il tornaconto dei petrolieri. Non a caso Grillo, che attraverso Sassoon è controllato da JP Morgan cioè Rockefeller, si inalbera contro la tav e chiede l’abolizione dei pedaggi autostradali per rendere l’asfalto più competitivo”.
    I treni li sta togliendo la sola regione Veneto (la regione Lombardia se potesse ne metterebbe altri ma non c’è solo la MI-BS-VR-VE a cui pensare, ce ne sono molte altre ed altrettanto importanti!!!). Guadagnare col trasporto regionale? L’unica che ci guadagna è Trenitalia, forse! Le Regioni credo che traggano ben pochi benefici dall’inserire sempre più treni (anche se in alcuni casi lo si sta facendo). Di quello che dice e pensa Grillo non me ne può fregare di meno; in ogni caso lui è solo capace di sparare “m…a” su tutti e tutti. In ogni caso, che lui sia un anti TAV e pro trasporto su gomma è noto a tutti. Probabilmente lui sì che ha contatti coi vari Rockfeller & Co. ma al momento (e spero che il momento duri in eterno) lui non decide nulla.
    Più avanti ancora scrivi:
    “Non è questione di Veneto o Lombardia ma di scelte politiche, Gian tu guardi il dito e non la Luna. Ci sono i soldi per le pensioni d’oro, per le olimpiadi perle guerre in medio oriente”.
    Non guardo nè il dito nè la Luna. Alle pensioni non ci deve pensare la regione ma lo Stato (che poi si sia tutti noi questo è un altro discorso che nulla ha a che vedere qui), per le Olimpiadi ci penseranno CONI e Stato, per le guerre ancora lo Stato: cosa c’entrano Lombardia e Venero con questi tuoi discorsi??
    Posso concordare con la tua affermazione finale ma cosa c’entra con il discorso della MI VE????

    • Avrei preferito una tua risposta a sé stante invece di un inserimento delle tue osservazioni in mezzo alle mie ma ormai la cosa è fatta.

      Ho poco tempo quindi tendo arispodere grossolanamente.

      Vediamo di ricapitolare.
      Tu affermi:
      “Maroni è stato messo li per liquidare la lega ed è quello che sta facendo, infatti è l’unico leghista di cui i giornali non parlano mai male e i giornali sono tutti in mano ai poteri forti”.
      Che non ne parlino mai male potrà anche essere vero (non ho molto interesse per la politica nostrana di qualunque bandiera sia) ma affermare che siccome i giornali sono i poteri forti ciò significherebbe che Maroni ha dalla sua i poteri forti e quindi anche i petrolieri ce ne passa! E sulla base di quali fonti hai questa informazioni? Che possano essere tue deduzioni è una cosa ma che sia la realtà dei fatti è un’altra.

      Diciamo che io sono uno che se capisce abbastanza sui poteri forti.

      Di seguito dici:
      “basterebbe sfasare di mezzora gli orari di scuole e uffici e ci sarebbero meno code negli orari di punta, non è vero che serve nessuna nuova strada”.
      La fai facile tu: sfasare orari di scuole ed uffici? Ce lo si augurava già venti o trent’anni fa’ e tu speri che sarebbe possibile oggigiorno? Magari! Ma evitiamo di sognare ad occhi aperti. E poi se bastasse solo questo per NON fare una nuova strada sarebbe bello ma, anche se fosse attuabile la sfasatura degli orari, sarebbe come aver tolto un cucchiaino d’acqua dall’oceano; c’è ben altro che porta ad avere “quella” nuova strada (purtroppo).

      Non credo, io ho notato in un paese qui vicino dove c’è un grosso incrocio che code ci sno solo negli orari di ingresso euscita lavoro per mezz’ora e poi niente. Qui da noi le fabbriche fanno 8-12 e poi 13-30 17-30. basterebbe che metà spostassero in avanti di mezz’ora e i problemi si risolverebbero. Un tentativo con le scuole fu fatto molti anni fa aNapoli, credo con Bassolino, non ho idea di come finì l’esperimento

      Ed ancora scrivi:
      “No, non sono due cose distinte, sono la stessa cosa. La tratta VR BS Milano è redditizia i treni dovrebbero metterli per guadagnare, invece li tolgono con una scusa qualsiasi solo ed esclusivamente per il tornaconto dei petrolieri. Non a caso Grillo, che attraverso Sassoon è controllato da JP Morgan cioè Rockefeller, si inalbera contro la tav e chiede l’abolizione dei pedaggi autostradali per rendere l’asfalto più competitivo”.

      I treni li sta togliendo la sola regione Veneto (la regione Lombardia se potesse ne metterebbe altri ma non c’è solo la MI-BS-VR-VE a cui pensare, ce ne sono molte altre ed altrettanto importanti!!!). Guadagnare col trasporto regionale? L’unica che ci guadagna è Trenitalia, forse! Le Regioni credo che traggano ben pochi benefici dall’inserire sempre più treni (anche se in alcuni casi lo si sta facendo). Di quello che dice e pensa Grillo non me ne può fregare di meno; in ogni caso lui è solo capace di sparare “m…a” su tutti e tutti. In ogni caso, che lui sia un anti TAV e pro trasporto su gomma è noto a tutti. Probabilmente lui sì che ha contatti coi vari Rockfeller & Co. ma al momento (e spero che il momento duri in eterno) lui non decide nulla.

      Ripeto, stai guaddando le minuzie del ditirro enon vedi il vero quadro, che vogliono che la gente vada in macchina. Fine della storia.

      Più avanti ancora scrivi:
      “Non è questione di Veneto o Lombardia ma di scelte politiche, Gian tu guardi il dito e non la Luna. Ci sono i soldi per le pensioni d’oro, per le olimpiadi perle guerre in medio oriente”.
      Non guardo nè il dito nè la Luna. Alle pensioni non ci deve pensare la regione ma lo Stato (che poi si sia tutti noi questo è un altro discorso che nulla ha a che vedere qui), per le Olimpiadi ci penseranno CONI e Stato, per le guerre ancora lo Stato: cosa c’entrano Lombardia e Venero con questi tuoi discorsi??
      Posso concordare con la tua affermazione finale ma cosa c’entra con il discorso della MI VE????

      basterebbe incrementare il bollo auto come hanno incrementato l’IMU per stimolare l’uso del treno, basterebbe incrementare i pedaggi autostradali e non toglierli, come vorrebbe Grillo, e metterli dove non si pagano come sulla SA-RC per incrementare l’uso del mezzo pubblico.
      L’IMU ha fatto calare i prezzi delle case del 30% che era il vero obbiettivo perchè in Italia c’era una bolla speculativa.
      E’ SEMPRE QUESTIONE DI SCELTE POLITICHE. Io la penso così.

      • Beh, vedo che siamo molto distanti su questo tema.
        Il fatto che tu concluda il tuo ultimo post con “io la penso così” la dice lunga. Inutile continuare a perdere tempo con chi è convinto come te di sapere di tutto e di più. La cosa certa è che nessuno di noi è depositario della verità assoluta quindi c’è spazio anche per l’altrui pensiero.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: